Domanda:
Qual è il modo più efficiente per distruggere l'universo?
SplashHit
2010-11-14 21:29:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non preoccuparti ... in realtà non lo farò, vorrei solo sapere come.

A seconda della definizione, questo è impossibile, vedere [Conservation of Energy] (http://en.wikipedia.org/wiki/Conservation_of_energy).
Aspetta solo che LHC inizi a girare a 14TeV: poi troverai tutto sulla distruzione dell'universo nei tuoi giornali locali :-)
L'energia di @weiqure: non è realmente conservata in generale. Piuttosto, è una conseguenza di alcune semplificazioni (ipotesi di simmetria traslazionale tempo dello spaziotempo), quindi questo richiede la stazionarietà dello spazio-tempo, che non è coerente con l'espansione dell'universo che stiamo osservando. In realtà, nella teoria della relatività generale è difficile persino definire ragionevolmente il concetto di energia gravitazionale.
Onestamente, non penso che questa domanda sia abbastanza ben definita. Se sei veramente interessato a distruggere l'universo, una domanda migliore sarebbe pensare a un modo per farlo e poi chiedere se è possibile, e in caso contrario (che è probabile che sia il caso), _ perché_ no. È qui che entra in gioco la fisica.
efficiente rispetto a tempo o energia?
Votato per chiudere ...
Non sono d'accordo che la domanda debba essere chiusa. Forse avrebbe dovuto essere riformulato come "ci sono processi fisici che potrebbero distruggere l'universo", che è ciò a cui ho cercato di rispondere di seguito, e che penso sia una domanda perfettamente ragionevole e interessante.
@Matt: il problema è che hai salvato una domanda terribile con una risposta interessante.
Multivac dice: DATI INSUFFICIENTI PER UNA RISPOSTA SIGNIFICATIVA
Te lo direi, ma poi potresti fermarmi.
Non è già distrutto? O almeno distruggere? E la tua domanda sembra accelerare questo processo.
Elimina l'osservatore (quando non sta guardando).
Questa domanda non ha "risposta giusta", quindi rendendola CW.
Ci sono solo un paio di risposte utili a questa domanda in questo momento (_forse_ tre), e oltre a queste, sta solo generando molto rumore. Quindi penso che sia ora che questo venga chiuso.
@AbdullahJibaly - Ho creato un account qui solo per votare a favore del tuo commento Multivac.
Dieci risposte:
#1
+23
Matt Reece
2010-11-15 00:10:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il processo fisico che potrebbe essere meglio descritto come "distruzione dell'universo" sarebbe il decadimento del vuoto. Il nostro intero universo potrebbe essere in uno stato metastabile, molto simile a un liquido super raffreddato, e ad un certo punto le fluttuazioni quantistiche o termiche potrebbero inviare alcune regioni dell'universo in uno stato fondamentale inferiore. Se la regione che attraversa il tunnel verso questo stato fondamentale è abbastanza grande, si espanderà alla velocità della luce, inghiottendo il resto dell'universo e convertendolo tutto nello stato inferiore. Questo tipo di decadimento del vuoto, nelle teorie che coinvolgono la gravità, è stato calcolato in un famoso articolo di Coleman e de Luccia. Chiunque abbia una conoscenza di base pertinente dovrebbe leggere il documento, che come gran parte del lavoro di Coleman è meravigliosamente chiaro e comprensibile. Un passaggio dell'articolo è particolarmente famoso (anche se probabilmente non dovrebbe essere preso troppo sul serio ora, date alcune delle ipotesi che implica, incluso il fatto che il nostro vuoto ha esattamente zero costante cosmologica):

"La possibilità che stiamo vivendo in un falso vuoto non è mai stata incoraggiante da contemplare. Il decadimento del vuoto è l'ultima catastrofe ecologica; nel nuovo vuoto ci sono nuove costanti della natura; dopo il decadimento del vuoto, non solo la vita è come la conosciamo impossibile, così è la chimica come la conosciamo. Tuttavia, si potrebbe sempre trarre stoico conforto dalla possibilità che forse nel corso del tempo il nuovo vuoto sosterrebbe, se non la vita come la conosciamo, almeno alcune strutture capaci di conoscere gioia. Questa possibilità è stata ora eliminata. "
- Sidney Coleman

Se viviamo in un vuoto metastabile (e, a causa della costante cosmologica positiva osservata, la maggior parte dei fisici che lavorano sulla fisica delle alte energie, sulla cosmologia o sulla gravità crede che dobbiamo, anche se potrebbero esserci alcune scappatoie sconosciute), allora il l'universo finirà per decadere. Fortunatamente, la produzione di bolle critiche è piuttosto rara, permettendoci il tempo di cui avevamo bisogno per evolverci e vivere in questo universo metastabile prima dell'inevitabile catastrofe. [ Modificato per chiarimenti a causa del commento di Marek: è solo "inevitabile" se il nostro universo è davvero metastabile, cosa che nonostante i forti argomenti suggestivi non conosciamo definitivamente.] Dovresti aspettare miliardi di anni per assistere alla fine dell'universo. Se sei più ambizioso (speriamo di no), potresti provare a provocare il decadimento producendo una regione del vero vuoto, catalizzando così il processo invece di lasciarlo accadere naturalmente. Un certo numero di pazzi hanno cercato di scatenare il panico sugli esperimenti con gli acceleratori suggerendo di poterlo fare. Tuttavia, le collisioni ad energia più elevata avvengono in natura e noi siamo ancora qui, quindi non c'è nulla di cui preoccuparsi. (Ci sono più versioni quantitative di questo argomento, ovviamente. Il rischio è effettivamente zero.)

I processi di decadimento del vuoto che ho menzionato non "distruggono" necessariamente l'universo, ma semplicemente alterano radicalmente lasciandolo in uno stato completamente diverso. Esiste un tipo di decadimento del vuoto, scoperto da Witten e noto come instabilità della bolla del nulla, che è più radicale e non lascia nulla, nemmeno un nuovo stato di vuoto.

Avevo letto del decadimento del vuoto di Coleman prima, ma non avevo mai sentito parlare della bolla del nulla di Witten.
Risposta molto bella. Forse sarebbe corretto affermare esplicitamente che questa non è una previsione basata su una teoria fisica accettata. Cioè tutto questo si basa su alcune ipotesi e non è molto diverso da quando vi dico che l'universo verrà distrutto da un mostro volante di spaghetti ma che dovreste aspettare miliardi di anni. Ovviamente, a meno che tu non abbia provato a catalizzare il processo producendo una grande quantità di ketchup :-)
L'unica parte di questo che non si sa è se viviamo davvero in uno stato metastabile o meno. Il calcolo di Coleman-de Luccia di come il vuoto potrebbe decadere si basa interamente sulla teoria fisica accettata (teoria quantistica dei campi e relatività generale). Sappiamo anche * quasi * che viviamo in uno stato metastabile: il vuoto inferiore può essere calcolato interamente dalla fisica nota (http://arxiv.org/abs/hep-th/0703067), a condizione che i neutrini siano Majorana e non ci siano nuovi fermioni molto leggeri sconosciuti. Ci sono molti altri argomenti teorici convincenti ma non rigorosi che il nostro vuoto è metastabile.
(Per chiarire ulteriormente, il documento che ho appena collegato sostiene l'esistenza di un vuoto di dimensione inferiore al nostro, e la fisica che ci collegherebbe a tale vuoto non è precisamente Coleman-de Luccia. Se scopriamo la supersimmetria all'LHC, altri argomenti renderà estremamente probabile che ci siano vuoti supersimmetrici quadridimensionali verso i quali potremmo eseguire un tunnel nel modo CdL.)
... e Guth andò avanti e applicò questa idea alla cosmologia scoprendo l'inflazione lungo la strada. @Matt - È una lettura corretta della storia, salvo i contributi di Vilenkin, Starobinsky e altri alla teoria inflazionistica?
Non sono un esperto della storia precoce dettagliata dell'inflazione, ma sì, l'idea della "vecchia inflazione" di Guth implicava il tunnel per uscire da un falso vuoto.
Questo processo di nucleazione delle bolle non è qualcosa che puoi indurre in modo particolare. Sembra incontrollabile come il decadimento radioattivo. Ad essere onesti, sono sorpreso dai punteggi più alti assegnati a questa domanda e alle sue risposte, quando l'intera domanda è francamente sciocca.
Ottima risposta di @Matt--yes,. Ho collegato il documento Coleman in un'altra domanda. + 1
#2
+22
inflector
2011-01-03 03:02:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Uccidi tutte le tartarughe su cui poggia.

Non si dovrebbe prendere questo consiglio troppo alla lettera - altrimenti, l'inflector avrà una giornata davvero brutta;)
Sì, ho una certa predilezione per le tartarughe;)
#3
+9
grizzly adam
2010-11-15 00:26:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Siamo solo esseri umani. Non sappiamo come distruggere l'universo.

#4
+6
Joe Fitzsimons
2011-01-20 22:25:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non puoi. Qualunque cosa tu faccia avrà solo un effetto che ha effetto su un'area che si espande (al massimo) alla velocità della luce, quindi al massimo ha effetto solo su una sfera di raggio $ c t $ dopo il tempo $ t $. Qualsiasi altra cosa violerebbe il principio di non segnalazione che appare fondamentale in fisica. Ciò significa che il fotone che è appena rimbalzato su di te nello spazio supererà il limite di un simile tentativo di distruggere l'universo.

#5
+4
BarsMonster
2011-01-06 06:03:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Trova l'antiuniverso da qualche parte e annientalo con quello che abbiamo qui.

I buchi neri non funzionano poiché evaporano durante la crescita.

essi _evaporate_?
Sì, http://en.wikipedia.org/wiki/Hawking_radiation
#6
+2
asanlua
2010-11-14 23:21:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che solo un universo possa distruggere un universo (c'è molta energia implicita nel farlo). Se c'è abbastanza massa nel nostro universo, forse la sua fine potrebbe essere un Big Crunch.

#7
+2
Pavel Radzivilovsky
2011-01-01 06:30:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sul sito web del CERN, c'era - per il momento - una pagina (che non riesco a trovare ora, qualcuno mi aiuti?) su come l'LHC potrebbe "distruggere la terra, il sistema solare o l'intero universo" con possibili speculazioni.

Queste includevano la creazione di buchi neri, materia strana più stabile di quella normale e un mucchio di altre idee che non ricordo. Tutto questo ovviamente è piuttosto falso, perché tali collisioni si verificano naturalmente nella radiazione cosmica a una frequenza sufficiente.

http://public.web.cern.ch/public/en/lhc/safety-en.html
#8
+1
Xinus
2010-11-14 23:37:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Invertire le forze in natura è il modo più veloce per distruggerla.

Rendi forte la "forza debole"

Rendi debole la "forza forte"

Il primo aumenterà la radiazione e decadrà istantaneamente la materia in energia, mentre il secondo farà esplodere il nucleo dell'atomo.

Questo non ha senso. Cosa significa rendere debole la "forza forte"? Esistono diversi meccanismi che danno origine a entrambe le forze e non puoi semplicemente invertire le loro forze relative in ogni punto dello spazio.
importa? la domanda era uno scherzo, quindi tutte le risposte sono le stesse ... non c'è bisogno di andare sul tecnico ...
#9
+1
Luboš Motl
2011-01-20 22:11:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Caro Splashhit, il modo più semplice per distruggere l'universo è continuare a guidare le macchine per anni.

Che tu lo faccia o meno, la temperatura media globale aumenterà da 15 ° C a 16 ° C circa in un secolo. Quando la temperatura dei materiali e degli organismi aumenterà di un grado Celsius, si trasformeranno - secondo l'IPCC - in un plasma mortale che ucciderà tutte le forme di vita viventi ed evaporerà tutte le stelle, terminando con un cataclisma completo dove il vuoto stesso (spaventato guardando l'orrore sul suo pianeta più importante) è divorato dal nulla. Se hai mai sperimentato l'incredibile calore di 16 ° C, devi sapere di che cosa terribile sto parlando. È peggio dell'inferno.

Sto solo scherzando. Ovviamente non vi è alcuna minaccia che possa essere collegata al "cambiamento climatico" come viene spesso chiamata questa tautologia senza senso. L'IPCC non sta distruggendo l'Universo, ma sta sicuramente distruggendo la capacità delle persone di pensare razionalmente a cose molto basilari - e sta anche cercando di distruggere l'economia mondiale.

CheersLM

#10
+1
TROLLHUNTER
2011-01-20 22:39:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Trova un'incongruenza logica e usala per dimostrare che l'universo non esiste.

Potresti uccidere tutti gli osservatori, ciò renderebbe l'esistenza dell'universo una proposizione non dimostrabile.

In alternativa puoi semplicemente aspettare il Big Crunch.

O semplicemente rifiutare di accettare gli assiomi della logica. Quindi puoi insistere che quello che vuoi è vero.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 2.0 con cui è distribuito.
Loading...